Werbung
LEO

Sie scheinen einen AdBlocker zu verwenden.

Wollen Sie LEO unterstützen?

Dann deaktivieren Sie AdBlock für LEO, spenden Sie oder nutzen Sie LEO Pur!

 
  •  
  • Übersicht

    Sprachlabor

    Geschmack - "gusto" oder "sapore"

    Betrifft

    Geschmack - "gusto" oder "sapore"

    Kommentar
    ich (Anfänger)habe für das Wort Gesdchmack 2 Übersetzungen gefunden: gusto und sapore. Ist das wie im Französischen, wo "gout" allgemein gebraucht wird und "saveur" inbesondere bei Speisen verwendet wird ? Vielen Dank schon mal.
    VerfasserTommy75 (617002) 31 Mai 10, 00:01
    Kommentar
    sapore ist der Geschmack, den eine Speise hat: sapore di pomodori, sapore di formaggio usw.
    gusto ist der Geschmack im Sinne von persönlicher Vorliebe: É una questione di gusto = Das ist eine Frage des (persönlichen) Geschmacks.
    #1VerfasserEifelblume (341002) 31 Mai 10, 08:24
    Kommentar
    Man hört oft Sätze wie "Crema al gusto di limone". Es muss doch einen anderen Unterschied geben, oder?

    Kann es sein, dass beide Wörter in vielen Zusammenhängen austauschbar sind?

    Ich weiß nicht, ob es im Italienischen so ist, aber auf Spanisch, wo es auch diese beiden Wörter gibt (gusto/sabor), steht der "gusto" mehr für die Geschmacksrichtung (süß, sauer, salzig...), während der "sabor" mehr der konkrete Geschmack eines Produkts ist, das, was dieses Lebensmittel ausmacht und von anderen unterscheidet.
    #2Verfasser lunanueva (283773) 31 Mai 10, 14:22
    Kommentar
    Im Dt. ist es Geschmack, doch zw. gusto u. sapore (goût et saveur) liegt der gleiche Unterschied wie zw. Geruch u. Duft.
    #3Verfasser patapon (677402) 31 Mai 10, 16:53
    Kommentar
    Vielen Dank für Eure Antworten; hat mir sehr geholfen !
    #4VerfasserTommy7531 Mai 10, 20:31
    Kommentar
    #2 @lunanueva - Ich weiß nicht, ob es im Italienischen so ist, aber auf Spanisch, wo es auch diese beiden Wörter gibt (gusto/sabor), steht der "gusto" mehr für die Geschmacksrichtung (süß, sauer, salzig...), während der "sabor" mehr der konkrete Geschmack eines Produkts ist, das, was dieses Lebensmittel ausmacht und von anderen unterscheidet.
    Sapore:
    Treccani dice: si distinguono quattro sapori fondamentali: il dolce, che viene percepito con maggior sensibilità sulla punta della lingua, l’amaro, alla base, l’acido ai margini, e il salato in modo pressoché uguale su tutta la superficie gustativa. Ha sapore, non ha sapore; ha molto, poco, nessun sapore, senza sapore; specificando: ha un buon sapore, un sapore gradevole, un cattivo sapore, sapore dolce, amaro, salato, acido, aspro, soave, delicato, forte, piccante, disgustoso, nauseante. Giudicare, riconoscere una sostanza dal ssapore; dare sapore a un cibo, renderlo saporito, gustoso; sentire il sapore di una vivanda, assaggiarla, e gustarla.
    Gustare:
    Provare piacere del sapore di qualche cosa, assaporare: mangiava lentamente per meglio gustare quella bella bistecca; se vuoi gustare veramente questo vino, ti consiglio di berlo freddo; gustare un bicchierino di liquore, una sigaretta, un sigaro. d. fig. Provare intimo godimento, diletto e soddisfazione di qualche cosa (anche in senso estetico, e in questo caso il verbo fa riferimento alla capacità di apprezzare la bellezza di opere d’arte): gustare la dolcezza di una giornata primaverile; gustare il silenzio, la quiete della campagna; gustare la musica, la pittura, la poesia; spesso con la particella pron.: gustarsi una scenetta divertente, uno spettacolo. Ti gusterebbe un bicchierino di porto? b. fig. Andare a genio, far piacere, riuscire gradito (soprattutto in frasi limitative o negative): certe litigate mi gustano poco; il tuo comportamento non mi gusta affatto ecc. La solita discussione sulla lingua italiana... sono due parole che a volte l'una ha bisogno dell'altra per definire un gusto o un sapore, vanno molto d'accordo, si incontrano, si danno la mano, rimangono amici ma comunque dopo... ognuno per la sua strada. ;)
     

    #5VerfasserPaolino01 Jun. 10, 01:43
    Kommentar
    @Paolino Grazie! Sembra che in italiano sia l'opposto. Non avevo letto la definizione prima.

    Pensavo che forse entrambe le parole fossero intercambiabili in molte situazioni.

    Edit:
    Ecco la definizione di "gusto":
    2 Sensazione gustativa data da una sostanza SIN sapore: g. amaro, dolce; gelato al g. di limone
    http://dizionari.corriere.it/dizionario_itali...

    Cosa dicono i madrelingua? Si può anche usare "gusto" nel senso di "sapore"?

    #6Verfasser lunanueva (283773) 01 Jun. 10, 09:38
    Kommentar
    #6 lunanueva. Per il paladar (la comida buena) : il gusto nasce dal sapore, se non c'è sapore non c'è gusto.
    Comprendes? muy facile no?

    #7VerfasserPaolino01 Jun. 10, 10:48
    Kommentar
    Sapore:
    1 Sensazione avvertita dal senso del gusto; la proprietà che ha la sostanza gustata di produrre tale sensazione: s. delizioso, sgradevole
    http://dizionari.corriere.it/dizionario_itali...
    Gusto:
    2 Sensazione gustativa data da una sostanza SINONIMO sapore: g. amaro, dolce; gelato al g. di limone
    http://dizionari.corriere.it/dizionario_itali...
    http://dizionari.corriere.it/dizionario_itali...

    @Paolino Purtroppo non mi sembra così facile da capire. Secondo te, se leggi le definizioni, qual'è la differenza tra i due termini?

    PS Ieri ho fatto la stessa domanda a un madrelingua italiano e non mi ha saputo spiegare la differenza. Secondo lui ci sono delle differenze regionali nell'uso e perciò non ci sarebbe una definizione valida per tutta l'Italia.




    #8Verfasser lunanueva (283773) 01 Jun. 10, 11:06
    Kommentar
    È molto più facile intorbidare l'acqua di una pozzanghera che farla tornare limpida!

    Da persona di madrelingua che perdipiù questa madrelingua anche la insegna, mi permetto di suggerire che la proposta originale, pur posta in forma di domanda, era sostanzialmente esatta:
    "gusto", come "Geschmack", è d'uso generale ("ha gusto di fragola" / "è una battuta di pessimo gusto"), mentre "sapore" si addice espressamente ai cibi.
    Per cui un budino può avere gusto di limone come anche sapore di limone, mentre un amico può avere un gusto eccellente nella scelta degli abiti, però per poter dire che ha un sapore eccellente bisognerebbe prima mangiarlo.
    #9Verfasser Treggatti (691552) 01 Jun. 10, 11:38
    Kommentar
    Grazie, Treggatti!. Hai ragione, la domanda era un'altra. Cercavo solamente di capire se parlando di cibo ci sarebbero delle differenze sostanziali tra "gusto" e "sapore".
    #10Verfasser lunanueva (283773) 01 Jun. 10, 12:06
    Kommentar
    Sì, una differenza nell'uso c'è, anche se può essere vista come una questione di gusto personale (LOL):
    "gusto" inteso nel suo senso senso gastronomico entra facilmente nel linguaggio d'ogni giorno, quello dell'uomo della strada ("questa minestra non ha nessun gusto").
    Laddove invece "sapore" ha una coloritura vuoi più scientifica, vuoi più raffinata, che meglio si presta a darsi un tono, a scrivere della pubblicità o a parlare come il povero Treggatti (ROLF). Ad esempio "Crembidon, la crème brûlée dal delicato inconfondibile sapore di patate lesse".

    Un'aggiunta sull'argomento menzionato al N. 5: vi è invero una differenza fra i cinque gusti fondamentali (dolce, salato, amaro, acido, astringente, a cui a qualcuno piace aggiungere il gusto del glutammato che personalmente non mi è mai riuscito di distinguere), che si percepiscono con le papille linguali, dall'aroma complesso di una pietanza, che si percepisce con i recettori nasali. Prova di ciò, seppur spiacevole, ce la dà il comune raffreddore, durante il quale si percepisce sì il gusto, ma non l'aroma.
    Per questa distinzione tuttavia il termine "sapore" non mi sembra particolarmente adatto.
    #11Verfasser Treggatti (691552) 01 Jun. 10, 14:10
     
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  
 
 
 
 
  automatisch zu   umgewandelt